Contenuto

13.11.2017

Nuova Smart Safety Solution per Industria 4.0

Schmersal presenta in anteprima a SPS IPC Drives una nuova soluzione Safety-to-Cloud

Wuppertal, 13 novembre 2017. Il Gruppo Schmersal presenta in anteprima a SPS IPC Drives una nuova soluzione Safety-to-Cloud. Tutte le elettroserrature e i sensori di sicurezza Schmersal dotati di interfaccia SD ed anche alcune griglie ottiche di sicurezza possono trasmettere dati su un cloud di elezione tramite il controllore di sicurezza PSC1 oppure tramite un gateway SD e un gateway Edge. L’interfaccia di diagnosi seriale (SD) permette la trasmissione di dati non sicuri da sensori ed elettroserrature di sicurezza all’interno di una rete di dispositivi collegati in serie. Grazie alla nuova Smart Safety Solution sarà possibile trasferire sul cloud tutti i dati ciclicamente raccolti dai sensori dotati di interfaccia SD. L’accesso sul cloud a questi dati ciclici offre innumerevoli opzioni di diagnostica e permette di rilevare, ad esempio, i cicli di commutazione, lo stato della sicurezza, eventuali avvertenze di zona limite o distanza e molto altro ancora. Il gateway Edge inoltra i dati in formato OPC UA a un protocollo standardizzato per la comunicazione M2M.

Queste informazioni di diagnostica possono essere visualizzate sullo schermo e richiamate tramite dispositivi mobili, quali tablet o smartphone. In tal modo è possibile tenere i processi di produzione sotto controllo indipendentemente da dove ci si trovi. Per la visualizzazione dei dati tramite dashboard si utilizza, ad esempio, la comune piattaforma cloud Microsoft Azure, che offre una gamma di utili funzionalità per la rappresentazione dei dati, ad es. in tabelle, diagrammi o grafici.
“Con questa innovazione offriamo ai nostri clienti una soluzione che è assolutamente indipendente dal produttore e dal sistema, lasciandoli così liberi di scegliere il cloud che desiderano”, afferma Siegfried Rüttger, Project Leader per Industria 4.0 del Gruppo Schmersal.

“Permettendo, tramite la Smart Safety Solution, la regolare comunicazione di informazioni di diagnostica dal sensore al cloud stiamo spianando la strada a nuove pratiche di manutenzione preventiva”, sottolinea Siegfried Rüttger. Si potrà visualizzare la frequenza di funzionamento di una macchina e il numero di ore di esercizio e quindi calcolare l’usura presunta dei componenti, per pianificarne una tempestiva sostituzione ed evitare tempi di fermo macchina. Un altro grande vantaggio è la possibilità di integrare anche griglie ottiche di sicurezza nel sistema. Quando si accumula sporco sui sensori delle griglie ottiche, ad esempio, il segnale si indebolisce. La nuova soluzione permette di inoltrare un messaggio di avvertenza e di intraprendere così tempestivamente le necessarie misure correttive, prima che la griglia ottica si disattivi in modo sicuro. 

Visitate Schmersal dal 28 al 30 novembre 2017 a SPS IPC Drives di Norimberga: Padiglione 9, stand 460